Salta al contenuto

Certificato per Contrassegno H

Il cittadino che ritiene di avere diritto al  rilascio del permesso per la circolazione e sosta dei veicoli a servizio dei disabili (contrassegno H), può avere informazioni sulla certificazione per l'accertamento dei requisiti sanitari.

 

Il contrassegno H viene rilasciato ai soggetti con capacità deambulatoria sensibilmente ridotta (D.P.R. 495/92 art. 381 c.3), ovvero a soggetti non vedenti (D.P.R. 24/7/96 n° 503).

 

NORMATIVA REGIONALE DI RIFERIMENTO:

La Giunta Regionale della Campania ha emanato la deliberazione n. 1167 pubblicata sul BURC n. 58 del 09/11/05. Tale deliberazione:

  • definisce il contrassegno H e le modalità per il rinnovo;
  • individua la metodologia dell'accertamento sanitario;
  • precisa che, per la natura stessa del beneficio, NON è prevista la visita domiciliare;
  • stabilisce che se il soggetto che richiede il contrassegno speciale di circolazione e sosta dei veicoli è titolare di patente di guida e se l'esito della visita, degli accertamenti clinici, strumentali, di laboratorio fa sorgere al medico dubbi sulla persistenza dei requisiti psicofisici circa l'idoneità e la sicurezza della guida dei veicoli, il medico certificatore è tenuto ad inviare comunicazione all'ufficio della MCTC (Motorizzazione Civile), per revisione della patente presso la Commissione Medico Locale (CML);
  • definisce i criteri valutativi in caso di deficit deambulatori non direttamente correlati all'apparato locomotore.

 

La comunicazione per revisione della patente di guida è effettuata ai sensi dell'Autorizzazione n ° 2/2008 del 19 giugno 2008 ( G.U. n °  169 del 21 luglio 2008 –  supp. ord. n. 175 ) che permette comunque, per esigenze di prevenzione e tutela dell'incolumità fisica e della salute di un terzo o della collettività, il trattamento e la comunicazione  dei dati anche senza il consenso.

 

La certificazione medico-legale  attestante il possesso dei requisiti deve essere poi consegnata agli uffici comunali competenti.


aggiornamento del 16/01/2015 a cura di Medicina Pubblica Valutativa


Contatore visite gratuito